Il cinema libero di Tomás Gutiérrez Alea

Articolo di Gordiano Lupi

Tomás Gutiérrez Alea rappresenta al meglio la poetica del nuovo cinema latinoamericano, detto anche cinema libero o cinema imperfetto, che vede il suo massimo sviluppo negli anni Sessanta e Settanta. La cinematografia cubana non può basarsi sulla spettacolarità, neppure su risorse tecniche ed economiche di grande profilo, quindi deve volgere la sua attenzione non tanto alla ricerca della perfezione estetica, quanto ai contenuti. Si tratta di un cinema neorealista, che fa vivere allo spettatore i problemi del suo tempo e lo incoraggia a dare il suo contributo per risolverli.

Tomás Gutiérrez Alea scrive nel saggio critico Dialettica dello spettatore: “Il cinema cubano sorge come una nuova realtà dentro la rivoluzione, pone la sua attenzione sul genere documentaristico e a poco a poco acquista una fisionomia propria”.

Se il cinema capitalista è ridotto alla condizione di merce, il cinema cubano deve essere autenticamente rivoluzionario, attivo, stimolante e popolare. Secondo Alea, una società affrancata dalle regole borghesi può costruire un’industria dello spettacolo che vada oltre la teoria della merce e produca pellicole non tanto per la quantità di denaro che possono far guadagnare, quanto per lo sviluppo culturale di un popolo.

Tomás Gutiérrez Alea, come tutti gli artisti geniali, non è un conformista e per il regime è difficilmente inquadrabile nel solco rivoluzionario. Le sue pellicole presentano sempre spunti critici sulla società cubana, ma è una critica condotta dall’interno del sistema che non mette mai da parte l’ideale socialista. Non possiamo definirlo un regista dissidente, ma non è neppure un uomo capace di fare pura propaganda. Gutiérrez Alea si ritaglia un ruolo di artista critico per stimolare i cubani a risolvere i problemi insoluti di una rivoluzione che potrebbe migliorare la qualità della vita del popolo.

FILMOGRAFIA ESSENZIALE

1947 La caperucita rojaCappuccetto rosso – 8 mm. b/n. – cortometraggio umoristico. El fakirIl fachiro – 8 mm. b/n. – cortometraggio umoristico

1948 Movimiento por la pazMovimento per la pace – 16 mm. b/n – documentario incompiuto

1949 Primero de MayoPrimo Maggio – 16 mm. b/n – documentario incompiuto

1950 Una confusión cotidianaUna confusione quotidiana Fiction basata su un racconto di Kafka – Sceneggiatura e regia: Gutiérrez Alea. Fotografia: Néstor Almendros. Interpreti: Vicente Revuelta, Julio Matas, Esperanza Magaz.

1953 Il sogno di Giovanni Bassain Gutiérrez Alea è assistente alla regia, scrive il soggetto e collabora alla sceneggiatura. Si tratta del lavoro di fine corso al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Regia: Filippo Perrone.

1955 El Mégano Regia: Julio García Espinosa. Soggetto: Julio García Espinosa con la collaborazione di Alfredo Guevara, José Massip e Tomás Gutiérrez Alea.

1956-59 Cine-Rivista – 35 mm – b/n e colore – 10 minuti ciascuno Regista di cortometraggi documentari, umoristici, pubblicitari e reportage settimanali.

1958 La toma de La Habana por los inglesesLa conquista dell’Avana da parte degli inglesi- 35 mm. b/n – documentario storico realizzato con materiali registrati per il periodico cinematografico Cine – Rivista. Regia, soggetto e sceneggiatura di Tomás Gutiérrez Alea. Fotografia: Antonio Rodríguez.

1959 Esta tierra nuestraQuesta nostra terra – 35 mm – b/n – 19 min – documentario. Regia, montaggio, testi e sceneggiatura di Tomás Gutiérrez Alea con la collaborazione di Julio García Espinosa. Fotografia: Jorge Herrera. Musica: Juan Blanco. Suono: Eugenio Vesa.

1960 Historias de la RevoluciónStorie della Rivoluzione I. El heridoIl ferito/ II. RebeldesRibelli/  III. La batalla de Santa ClaraLa battaglia di Santa Clara. 35 mm. B/N, 81 min – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea

Asamblea generalAssemblea generale 35 mm. b/n – 14min.- Documentario. Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Fotografia: Ramón F. Suárez, Néstor Almendros, Jorge Haydú, Luis Marzoa, Arturo Agramonte, Gustavo Maynulet. Montaggio: Angel López. Suono: Dipartimento del suono ICAIC.

1961 Muerte al invasorMorte all’invasore 35 mm – b/n – 16 min. – Documentario. Regia: Tomas Gutiérrez Alea Montaggio: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Santiago Alvarez. Fotografia: Pablo Martínez, Julio Simoneau e Mario Ferrer. Suono: Alejandro Caparrós.

1962 Las doce sillasLe dodici sedie 35 mm. – b/n – 97min. – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Ugo Ulive. Fotografia: Ramón F. Suárez. Montaggio: Mario González. Musica: Juan Blanco. Suono: Eugenio Vesa. Interpreti: Enrique Santisteban, Reynaldo Miravalles, René Sánchez, Pilín Vallejo, Idalberto Delgado, Ricardo Suárez. Prima: 17 dicembre 1962.

1964 Cumbite 35 mm – b/n – 82 min. – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Onelio Jorge Cardoso. Fotografia: Ramón F. Suárez. Montaggio: Mario González e Amparo Laucirica. Musica: Papito Hernández, Tata Güines, Oscar Valdés, Enrique Simón. Suono: Eugenio Vesa e Carlos Fernández. Interpreti: Teté Vergara, Lorenzo Louiz, Marta Evans, Luis Varela, Rafael Sosa e Polinise Jean. Prima: 31 agosto 1964.

1966 La Muerte de un burócrataLa Morte di un burocrate 35 mm – b7N – 85min. – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Alfredo del Cueto e Ramón F. Suárez. Fotografia: Ramón F. Suárez. Montaggio: Mario González. Musica: Leo Brouwer. Suono: Eugenio Vesa. Interpreti: Salvador Wood, Manuel Estanillo, Silvia Planas, Gaspar de Santelices, Pedro Pablo Astorga e Carlos Gargallo. Prima: 24 luglio 1966.

1968 Memorias del subdesarroloMemorie del sottosviluppo 35 mm – b/n – 97min. – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Edmundo Desnoes. Fotografia: Ramón F. Suárez. Montaggio: Nelson Rodríguez. Musica: Leo Brouwer. Suono: Eugenio Vesa, Germinal Hernández e Carlos Fernández. Interpreti: Sergio Corrieri, Daysi Granados, Eslinda Núñez, Beatriz Ponchova, Gilda Hernández e René de la Cruz. Prima: 19 agosto 1968.

1971 Una pelea cubana contra los demoniosUna lotta cubana contro i demoni 35 mm. – b/n – 130 min. – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di José Triana, Vicente Revuelta e Miguel Barnet. Fotografia: Mario García Joya. Montaggio: Nelson Rodríguez. Musica: Leo Brouwer. Suono: Germinal Hernández. Interpreti: José Antonio Rodríguez, Raúl Pomares, Silvano Rey, Marés González, Olivia Belizaires, Reynaldo Miravalles. Prima: 23 marzo 1972.

1974 El arte del tabacoL’arte del tabacco 35 mm. – colore – 7 min. – Documentario. Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Sceneggiatura e fotografia: Mario García Joya. Montaggio: Rolando Baute. Musica: Rodrigo Prats. Suono: Dipartimento del Suono ICAIC.

1976 La última cenaL’ultima cena 35 mm. – colore – 20 min. – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Tomás González, María Eugenia Haya e Constante Diego. Fotografia: Mario García Joya. Montaggio: Nelson Rodríguez. Musica: Leo Brouwer. Suono: Germinal Hernández. Interpreti: Nelson Villagra, Silvano Rey, Luis Alberto García, José Antonio Rodríguez, Samuel Claxton, Mario Balmaseda. Prima: 3 novembre 1977.

1977 La sexta parte del mundoLa sesta parte del mondo Co – regia: Tomas Gutiérrez Alea e Julio García Espinosa.

1978 Los sobravivientesI sopravvissuti 35 mm. – colore – 130 min. – Fiction – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Antonio Benítez Rojo. Fotografia: Mario García Joya. Montaggio: Nelson Rodríguez. Musica: Leo Brower. Suono: Germinal Hernández. Interpreti: Enrique Santisteban, Reynaldo Miravalles, Germán Pinellli, Ana Viña, Vicente Revueltas, Carlos Ruiz de la Tejera. Prima: 6 gennaio 1979. El camino de la mirra y el inciensoIl cammino della mirra e dell’incenso Co – regia: Tomas Gutiérrez Alea e Constante Diego

1983 Hasta cierto puntoFino a un certo punto 35 mm. – colore – 88 min. – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Juan Carlos Tabío e Serafín Quiñones. Montaggio: Miriam Talavera. Musica: Leo Brower. Fotografia: Mario García Joya. Interpreti: Oscar Álvarez, Mirta Ibarra, Coralia Veloz, Rogelio Blaín, Ana Viña. Prima: 8 marzo 1984.

1988 Cartas del parqueLettere dal parco Coproduzione Cuba – Spagna – 35 mm. – colore – 88 min. – Regia: Tomas Gutiérrez Alea. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Eliseo Alberto Diego e Gabriel García Márquez. Montaggio: Miriam Talavera. Musica: Gonzalo Rubalcaba. Suono: Germinal Hernández. Fotografia: Mario García Joya. Interpreti: Víctor Laplace, Ivonne López, Miguel Paneque, Mirta Ibarrra, Adolfo Llauradó, Elio Mesa. Prima: 15 giugno 1989.

1991 Contigo en la distancia – Con te nel distacco 35 mm. – video – colore – 27 min. – Produzione: Amaranta (Messico), sotto l’egida della Fondazione del Nuovo Cinema Latinoamericano. Regia e Soggetto di  Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Eliseo Alberto Diego e Gabriel García Márquez. Montaggio: Sigfrido Barjau. Musica: Chucho Valdés. Suono: Carlos Aguilar. Fotografia: Mario García Joya. Interpreti: Blanca Sánchez, Bruno Rey, Roberto Cobos, Margarita Isabel, Brígida Alexander.

1993 Fresa y Chocolate Fragola e Cioccolato 35 mm – colore – 110 min. – Coproduzione: Cuba – Spagna – Messico – Regia e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabío. Soggetto: Senel Paz. Montaggio: Miriam Talavera e Osvaldo Donatién. Musica: José María Vitier. Suono: Germinal Hernández. Fotografia: Mario García Joya. Interpreti: Jorge Perugorría, Vladimir Cruz, Mirta Ibarra, Joel Angelino, Francisco Gattorno, Marilyn Solaya. Prima: 1 dicembre 1993

1995 Guantanamera Coproduzione: Cuba – Spagna – 35 mm. – colore – 101 – Regia: Tomas Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabío. Soggetto e Sceneggiatura: Tomas Gutiérrez Alea con la collaborazione di Eliseo Alberto Diego e Juan Carlos Tabío. Montaggio: Carmen Frías. Musica: José Nieto. Suono: Raúl García. Fotografia: Hans Burmann. Interpreti: Carlos Cruz, Mirta Ibarra, Jorge Perogurría, Raúl Eguren, Pedro Fernández, Luis Alberto García. Prima: 16 novembre 1995

0 commento

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: