“L’erede del tempo”, secondo romanzo di Claudio Marcaccini

Articolo di Redazione

La cruda realtà della strada, il fascino irresistibile delle stelle. L’ispettore Rolando Lanzi torna in azione, diviso tra il suo dovere di poliziotto in una Roma brutale,dominata da un’alleanza trabande spietate, e la responsabilità di non poters ipiù muovere come un lupo solitario. A questo si aggiunge un misterioso omicidio che ha il sapore dell’intrigo internazionale e un nuovo, inaspettato,collega le cui facoltà scavalcano di molto la sfera del normale. Gli eventi portano Rolando a interrogarsi sull’infinitamente grande, su cosa si nasconde nel cosmo siderale,al di là della comprensione umana, mentre la vita lo sbatte contro una realtà sporca, spietata e letale.

Claudio Marcaccini nascea Roma nel 1958. Laureato in Sociologia, sposato con due figlie vive dalla nascita a Roma. Si arruola nel 1978 nell’allora Corpo Delle Guardie di Pubblica Sicurezza. Nel1979 entra nel Centro Elaborazione Dati della Polizia e nel 1981 transita dal ruolo operativo al ruolo tecnico. Nel 2012 si congeda andando inpensione con il grado di Perito Tecnico Superiore – Sostituto Direttore Tecnico, (equivalente di un Sostituto Commissario) e rimane ancora oggi nell’ambito tecnologico delle Inter forze di Polizia come consulente informatico. Nel 2018 pubblica Inferno dentro (Edizioni Haiku),il suo romanzo d’esordio. L’erede del tempo è il suo secondo romanzo.

0 commento

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: