Prima presentazione del libro “Fake News – Manuale semiserio di sopravvivenza contro le bufale”

Articolo di Merelinda Staita

Ieri sera si è svolta a Licata alle ore 18,30, presso il Porto turistico – Marina di Cala del Sole, la prima presentazione del libro Fake News – Manuale semiserio di sopravvivenza contro le bufale.

Il volume edito da Medinova, casa editrice di Favara presieduta da Antonio Liotta, è l’ultimo saggio di Francesco Pira, sociologo e docente di Comunicazione e Giornalismo all’Università di Messina, e di Raimondo Moncada, giornalista e scrittore. Il libro è stato ulteriormente impreziosito dalla Prefazione del giornalista Stefano Vaccara, Direttore e fondatore de La Voce di New York, e dalla copertina artistica del maestro Nicolò D’Alessandro. Il progetto ha visto anche la preziosa collaborazione di Cristina Graziano, docente di Lettere e giornalista.

Gli autori nel gennaio 2019, dopo un incontro a Canicattì, ospiti di Kaos il festival siciliano dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana, hanno avuto l’idea di questo importante lavoro, condividendolo con l’editore Antonio Liotta che lo ha subito accolto con grande gioia ed interesse.

La presentazione ha visto gli indirizzi di saluto del Dott. Michele Della Vecchia, Presidente di Archimede s.c.s, ha introdotto e coordinato la Prof.ssa Cristina Graziano, sono intervenuti il Dott. Antonio Liotta, Presidente Medinova, gli autori Prof. Francesco Pira e il Dott. Raimondo Moncada e ha concluso il Prof. Luca Scozzari, Vicepresidente di Archimede s.c.s. Presenti, all’evento, il Sindaco di Licata Pino Galanti e l’Assessore alla cultura Violetta Callea.

Una presentazione organizzata in ogni dettaglio che ha permesso agli uditori di comprendere non solo l’importanza di un lavoro di questa portata, ma di porgere lo sguardo ad un universo, spesso sottovalutato, che è quello delle Fake News. Incisiva nella sua introduzione, precisa e molto chiara, la Prof.ssa Cristina Graziano che ha mostrato gli snodi fondamentali dell’argomento trattato nel volume.

Cosa sono le Fake news? Le Fake news sono le notizie false che vengono continuamente rilanciate attraverso il web, condivise da utenti inconsapevoli e irresponsabili fautori di disinformazione, un fenomeno che è davvero difficile da arginare. Le informazioni, da loro generate, persistono negli ambienti digitali che le hanno prodotte e continuano a moltiplicarsi ora per ora, in maniera incontrollabile. A complicare la situazione la distrazione degli utenti della rete, intenti a guardare il tg e contemporaneamente concentrati nello scrivere un post su Facebook o Instangram o a chattare su Whatsapp. Si tratta di una vera emergenza sociale e democratica che bisogna fermare, acquisendo la consapevolezza dei rischi a cui andiamo incontro e che nemmeno immaginiamo.

Magistrale l’intervento del Prof. Francesco Pira che affronta da anni il tema delle Fake news e questo libro rappresenta una nuova significativa tappa del suo lavoro. Un uomo, Francesco Pira, instancabile nelle sue ricerche, perché da eccellente giornalista sa che è indispensabile che i giornali, e gli stessi giornalisti, riacquistino il loro ruolo di “Cani da guardia della democrazia” con un’opera costante di smentita delle Fake News. In questa battaglia, ha sottolineato il Professor Pira, “diventa fondamentale il factchecking, il controllo delle fonti un tempo rigorosa regola dei media tradizionali”. Le sue parole hanno aiutato i presenti a comprendere l’importanza di questo progetto che vuole sconfiggere quelle notizie che alimentano le ansie e le paure di chi si trova ogni giorno a doverle leggere in rete, sui social o attraverso la messaggeria veloce.

Spettacolare l’intervento del Dott. Raimondo Moncada che ha letto i brani del testo, accompagnato dal giovane artista Paolo Grillo autore dell’album “Memories of You”, uscito da poche settimane, per l’etichetta Urban Life Records di Roma, che contiene brani di musica classica – contemporanea ed è già su tutte le piattaforme musicali.

Cosa dire dell’intervento del Dott. Moncada? Ha voluto reinterpretare il fenomeno delle Fake news da giornalista, sfruttando alcune delle sue doti migliori ossia la satira e la sua spiccata ironia. Moncada ha “confezionato” alcune Fake news, riprendendo le notizie più strane lette sui social, mettendo l’invenzione in evidenza. Una capacità che possiede solo chi ha una grande fantasia e sa confezionare una notizia in maniera creativa, particolare e speciale. Le sue parole sono state esilaranti, scorrevoli e coinvolgenti, riuscendo a strappare molti sorrisi ai presenti. Certamente, tutti non smetteremo di cercare quel tale filosofo “Petocrate” di cui ci ha parlato.

Moncada ha voluto sottolineare quanto sia necessario prendere coscienza delle falsità che circolano in rete, oltretutto travestite da verità assolute. Queste “verità supreme” incrementano il famigerato “mercato dei click”, grazie al quale c’è chi guadagna tantissimi soldi sulle paure dei poveri malcapitati.

Il libro merita di essere letto, analizzato e compreso in ogni sua parte. Gli autori sono riusciti a trasmettere ai lettori ogni concetto in maniera chiara e con un linguaggio sempre comprensibile. Il testo è davvero fruibile da tutti anche dai non “addetti ai lavori”. Quando ho iniziato a leggerlo ho provato il desiderio di continuare ad esplorarlo in tutte le sue parti, subito e senza aspettare. Spero che gli autori pensino ad un seguito, perché ne vale assolutamente la pena. Personalmente, sono lieta di averlo letto e recensito e anche di aver dato il modesto contributo durante la presentazione.

La fame di conoscenza non è, e non deve essere, mai abbastanza. Mai fermarsi alle apparenze, ma occorre andare sempre oltre per diventare “cacciatori della verità” ed esplorare mondi nascosti e sconosciuti. Questo ci hanno chiesto, ieri sera, il Professor Pira e il Dott. Moncada, “siate ogni giorno affamati di fonti autorevoli, lontane dal qualunquismo e dalla becera propaganda, di qualsiasi natura essa sia”.

0 commento

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: