Malta, la valorizzazione del mare e il turismo innovativo

Articolo di Domenico Letizia

Ritornare a riflettere sulle opportunità e le strategie del futuro del turismo sarà tra le prioritarie esigenze del nuovo anno. Malta rappresenta un vero e proprio territorio incantevole per la scoperta del paesaggio marino e costiero. La pandemia sanitaria ha drasticamente rallentato i viaggi dei visitatori verso l’isola, ma le nuove prospettive di ripartenza hanno permesso di ripensare alle priorità economiche del turismo locale anche in termini di sostenibilità e innovazione tecnologica. Un tuffo nella Malta subacquea alla scoperta dei principali siti di immersione e dei meravigliosi fondali dell’arcipelago è un’esperienza che in molti vorrebbero vivere e conoscere. Malta Tourism Authority ha lanciato sedici appuntamenti online sulle nuove proposte turistiche della destinazione Malta. Tra i vari argomenti che saranno trattati vi è anche quello del rapporto tra mare, scoperta del paesaggio subacqueo, tutela del patrimonio liquido e turismo sostenibile.

Uno dei webinar vedrà la partecipazione di Max Valli, segretario della Professional Diving Schools Association, che include oltre quaranta scuole di diving maltes che relazionerà sulla Malta sottomarina per scoprire come proporre in modo innovativo e sostenibile il volto Malta a tutti i livelli di divers. Il webinar permetterà anche di analizzare il nuovo progetto denominato “Underwater Malta”, un museo subacqueo che ha sviluppato un’idea innovativa grazie alla quale chiunque potrà esplorare le profondità marine e i suoi relitti con l’ausilio della tecnologia 3D e dello sviluppo della realtà virtuale. Underwater Malta è un progetto creato da Heritage Malta e Malta Tourism Authority che aiuta a superare le barriere create dalla pandemia sanitaria e a rendere accessibili a tutti le bellezze sottomarine del Mediterraneo: un museo virtuale sottomarino, scoprendo i fondali maltesi stando comodamente seduti davanti al computer.

L’uso di potenti fotocamere e speciali luci subacquee ha consentito di catturare il patrimonio culturale sottomarino di Malta in modo tale da renderlo accessibile a tutti, consentendo anche al pubblico di immergersi nella storia. La creazione di questo record digitale contribuisce al continuo impegno per la conservazione e la protezione del patrimonio culturale sommerso di Malta per le generazioni future. Nell’ambito della gestione del patrimonio culturale sottomarino di Malta, l’Università di Malta haregistrato i siti storici in 3D. Questi modelli tridimensionali forniscono il formato ideale per condividere virtualmente i siti sottomarini. Insieme all’esperienza di Heritage Malta e sostenuto dal MTA, i ricercatori e gli esperti di turismo 4.0 dell’Isola hanno intrapreso una nuova e allettante sfida attraverso la creazione e la gestione di un museo virtuale dei tesori sottomarini di Malta. Idee che meritano attenzione e che innescheranno nuove dinamiche nel rapporto tra viaggio, digitale, turismo e sostenibilità.

0 commento

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: