Nuova rampa di lancio per l’export delle aziende legate ad Unci Agroalimentare ed Euromed

Articolo di Redazione

Un accordo innovativo e proiettato verso un futuro ambizioso è stato raggiunto in queste ore tra l’associazione di categoria UNCI Agroalimentare e la società di consulenza Euromed International Trade. Il network di imprese che operano nella pesca e nell’agricoltura ha sposato l’offerta di uno staff di professionisti specializzato in attività di internazionalizzazione per fissare una partnership ad hoc che possa restituire alle imprese associate un trampolino di lancio verso la ricerca di nuovi mercati e di nuovi clienti.

Nello specifico, Euromed International Trade offrirà in convenzione a tutti gli associati di UNCI Agroalimentare:

Attività di consulenza nel campo dei servizi all’internazionalizzazione;

Sviluppo di nuovi modelli di business per l’implementazione delle attività di export;

Sviluppo di reti commerciali, anche in franchising, sia nazionali che internazionali;

Attività di comunicazione e marketing, oltre sviluppo di software e siti web;

Consulenza, supporto e collaborazione nel settore dei progetti europei e nazionali.

In un momento cruciale per la vita delle nostre imprese, dove il commercio internazionale assume un ruolo sempre più preminente, un’associazione di imprese decide quindi di avviare una partnership strutturata per consegnare alle aziende un pacchetto “chiavi in mano” di consulenza, supporto e sviluppo progettuale, che solitamente viene svolto nei confronti di singole realtà produttive. A dimostrazione che l’unione fa la forza, e che l’associazionismo può restituire un surplus di opportunità che altrimenti, agendo individualmente, una singola PMI non sarebbe in grado di sostenere.

Ogni Associato di UNCI Agroalimentare che deciderà di avvalersi dei servizi in convezione con Euromed International Trade avrà a disposizione gratuitamente:

– una valutazione iniziale della propria struttura aziendale, al fine di identificare i punti di forza e di debolezza per l’approccio ai mercati esteri;

– l’assegnazione di un rating di qualità ed affidabilità, denominato “EQC – Export Quality Certification”;

– la partecipazione ad un corso di prima formazione, erogato esclusivamente online.

«Con questa proposta auspichiamo di convincere le aziende nel valore aggiunto del fare squadra per crescere insieme, non soltanto attraverso una voce più forte da far sentire alle istituzioni, ma anche con una serie di attività mirate e servizi concreti legati alla promozione, alla crescita della propria immagine e soprattutto all’ingresso nei mercati internazionali sfruttando il prestigio già acquisito dei nostri prodotti Made in Italy» è il commento di Gennaro Scognamiglio, Presidente di UNCI Agroalimentare. Soddisfazione per l’intesa raggiunta arriva anche da Sergio Passariello, CEO di Euromed International Trade: «Congratulazioni ad UNCI Agroalimentare per l’intuizione di avvalersi di un’offerta così mirata e strutturata a livello di associazione, e nell’interesse delle aziende che ne fanno o ne faranno parte. Questo accordo può rappresentare un modello di cooperazione che permetterà a tante imprese di piccola e media dimensione di concentrarsi nella loro attività produttiva, dotandosi di una vetrina sul mondo in maniera sicura ed efficace, per incrementare vendite e fatturati con investimenti accessibili».

Foto: comark.it

0 commento

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: